Migliaia di Giochi e App gratis e senza pubblicità: Amazon Underground

L’azienda di commercio elettronico di Seattle ha lanciato anche in Italia Amazon Underground, lo store di applicazioni complementare con il già esistente Amazon App Shop.

Questo rivoluzionario modello di business è stato un successo in Inghilterra, Germania e negli Stati Uniti.

Di cosa si tratta nello specifico?

L’idea è tanto semplice quanto innovativa: la possibilità di scaricare un migliaio di giochi e applicazioni completamente gratis, privi di costi aggiuntivi e pubblicità. Senza bisogno di abbonamenti si potrà giocare senza vedersi apparire banner o pop- up.

A disposizione ci sono App office, giochi di ogni tipo e per bambini. Proprio per favorire questi ultimi, Underground funziona perfettamente sul tablet Fire di Amazon, in commercio a soli 69€ e giustamente definito ideale per i più piccoli. Ma la funzionalità non è limitata solo al loro tablet, ma si adatta molto bene anche con altri dispositivi. Si può creare una App Android e scaricarla dal loro store.

Ma se le App sono completamente gratuite, come ci guadagnano gli sviluppatori e chi paga?

Sembra strano, ma è proprio Amazon a pagare per tutti. Forse è proprio questa la novità più interessante di questa scelta rivoluzionaria del colosso dell’ e-commerce. Il ricavo per gli sviluppatori non viene dai download, né dall’acquisto di accessori; Amazon riconosce una tariffa fissa di 0,002 centesimi di euro per ogni minuto che un utente passa su quella App.

L’azienda finlandese Rovio ha già sfruttato a proprio vantaggio questo nuovo modello, dichiarando di aver guadagnato il triplo con Underground, rispetto alla vendita su Play Store. Molti utenti ancora non si fidano a lasciare i dati della propria carta di credito e, in questo caso, si sentono più sicuri ed incentivati a sfruttare l’App senza limiti.

Cosa ci guadagna Amazon in tutto ciò?

Ovviamente non si tratta di beneficenza da parte degli americani. Lo scopo di Amazon è quello di incrementare il numero di utenti che hanno un account con loro, spingendoli ad utilizzare il suo store per scaricare app, al posto di quello di Google.

Come si fa e quanto costa creare un’App?

Creare App non ha costi ed è molto più semplice di quello che si pensa. Anche le persone con meno esperienza non hanno bisogno di assistenza per creare la propria App gratis. Alcuni servizi online per creare App, come Prontoappfacile sono completamente gratuiti e danno la possibilità anche di guadagnare, realizzando applicazioni per terzi e rivendendole.


Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Postando un commento accetti la Privacy Policy